Base

produced
Settecentonovantatre

Settecentonovantatre sono alcune delle immagini che Armin Linke ha raccolto in 20 anni come fotografo girando il mondo per lavoro producendo all’incirca trentamila provini. Il suo è un archivio delle trasformazioni a cui l’uomo sottopone il contesto in cui va ad insediarsi o a percorrere anche momentaneamente: dalle nuove città asiatiche costruite all’alba del 2000 al recente insediamento a Dubai, dalle fila di persone che si riuniscono al fiume Gange per l’annuale rituale sacro alle foto della distese ghiacciate inesplorate del polo nord viste da un elicottero, dai ritratti alla documentazione di performance musicali o delle arti visive.

All’interno di Base queste immagini saranno presentate in quanto quadreria, come un video (Flocking)*, e come un grande index su tutta una parete in cui il concetto di associazione e narrazione per immagini avrà il sopravvento sulla singola foto. Settecentonovantatre non è l’esposizione dell’archivio di foto dell’artista, ma un modo per riflettere sulla sua ragion d’essere che coincide anche con l’utilizzo da parte del pubblico.Settecentonovantatreè una riflessione su come possono essere interpretate e quindi presentate, fruite e associate tra di loro queste immagini. Il materiale è lo stesso ma mutando l’organizzazione muta anche in un certo senso il materiale stesso.

Menu