Base

produced
Progetto per BASE

BASE / Progetti per l’arte presenta il progetto inedito di Pierre Bismuth dal titolo Oggetti che avrebbero dovuto cambiare la tua vita appositamente concepito per lo spazio. Per questo progetto l’artista ha invitato il pubblico fiorentino a partecipare donando, prestando o vendendo oggetti acquistati un tempo con la speranza che questi potessero cambiare la propria vita. La mostra è così una collezione di beni di consumo che non hanno mantenuto la loro promessa di cambiamento restando, in molti casi, inutilizzati e dimenticati. E’ un’affermazione di disincanto, quella di Bismuth, con la quale non intende rivelare alcuna verità lasciando l’opera e il pubblico liberi di attribuire (ed immaginare) un altro tipo di ‘promessa’ individuale ad oggetti che fanno parte della nostra quotidianità. Nel progetto di Pierre Bismuth gli oggetti non sono soltanto delle merci. Contrariamente a quanto accade nei readymade, in quest’installazione di Bismuth non avviene una trasformazione della merce in opera d’arte attraverso il semplice travaso da un contesto ad un altro. L’oggetto acquista il potenziale di opera d’arte ancor prima che l’artista lo collochi all’interno dello spazio espositivo, attraverso la testimonianza di una promessa tradita. Questi beni di consumo hanno già perso la loro possibilità di utilizzo come merci: la loro apparenza (estetica) ha fallito e il loro utilizzo è stato così rifiutato. Paradossalmente è soltanto attraverso questo processo di trasformazione in arte, che possono di nuovo riconquistare il loro valore di merci, acquisendo così un nuovo valore d’utilizzo (inutilizzabile).

Menu