Base

produced
Fantasia

BASE / Progetti per l’arte ha concluso il suo decimo anno di attività presentando una nuova installazione video di Grazia Toderi dal titolo Fantasia. Per tutta la durata della mostra, lo spazio è stato trasformato in uno scrigno prezioso e inaspettato diventando un punto di vista inedito e avvolgente, consentendo di percepire in maniera diversa lo spazio stesso ed il contesto attorno ad esso: la città e l’idea che si ha di Firenze come cittadini o turisti.

I video di Grazia Toderi – dall’alto e sulle città – nascono dalla lettura delle Città invisibili di Calvino, dal voler creare un rapporto tra la terra (e le sue luci) e il cielo che la contiene. In Fantasia abbiamo a che fare con un miraggio o anche con una sorta di Atlantide inabissata e osservata attraverso lo specchio d’acqua o forse siamo noi spettatori che osserviamo questa realtà da sotto la superficie dell’acqua. La domanda è quale dei due lati o dei due punti di vista è quello giusto. Entrambi e nessuno, visto che una delle costanti del lavoro di Grazia Toderi è la volontà di annullare la forza di gravità e posizionarci come su un altro pianeta.

La verità sta nel tempo della materializzazione di questi due orizzonti e panorami. Qui il video non rappresenta né la mappa della città né il suo panorama, ma vuol concretizzare il tempo della sua materializzazione di fronte ai nostri occhi. Il momento è quello di una trasformazione in atto. E’ una danza. È un miraggio. È una fantasia. Questa fantasia però non è fuga dalla realtà, visto che per l’artista la realtà non esiste, ma solo colui che la vuole scoprire.

Menu